Puntare al 10% e poi scappare via

Se, invece, si volesse puntare su tutte le Borse della zona euro, l’indice di riferimento è l’Eurostoxx 50 che ha chiuso venerdì 29 giugno a quota 2.264 punti: rispetto al massimo del 19 marzo scorso (2.608 punti), esistono 15 punti percentuali circa di potenziale rialzo. Per scommettere su questa possibile rivalutazione nelle prossime settimane si può comodamente sottoscrivere gli Etf sull’Eurostoxx 50 oppure, sempre per gli investitori più sofisticati, gli Etf a leva (come l’Amundi Etf Leveraged Dj Euro Stoxx 50 e il Lyxor Etf Euro Stoxx 50 Daily Leverage): la raccomandazione, anche per questa opzione, è di fissare in anticipo gli obiettivi di rendimento da raggiungere (10%, 15% ecc.), toccati i quali scatta il disinvestimento. Esistono anche opportunità nel segmento dei titoli di Stato dei Paesi periferici (Italia e Spagna in primis) e in quello dei corporate bond. Ma sono opportunità più complesse da seguire. Per quanto riguarda i titoli di stato italiani, in particolare, la concreta opzione a disposizione è quella di acquistare direttamente un titolo (con il rischio che ciò comporta) e aspettare la sua rivalutazione.