Puntare sull’immobile fronte mare rappresenta una scelta vincente

Il mercato immobiliare segna il passo e per chi ha sufficienti risparmi da investire in una casa al mare le opzioni di scelta certo non mancano. A dispetto della crisi generale, però, le quotazioni restano sostanzialmente stabili e cercare l'affare a tutti i costi non sembra essere l'approccio più indicato. «Il primo consiglio - dice Andrea Batacchi, responsabile commerciale della società di costruzioni Cogetrev (nella foto, la piscina del complesso Merville Casa nel Parco) - è scegliere una località che possa essere vissuta pienamente, valutando il contesto in cui l'immobile è inserito».
Bando insomma, alle decisioni prese sulla base delle sole impressioni di piacevolezza e convenienza e, soprattutto, idee chiare. «In genere giocano senz'altro un ruolo chiave la vista mare, gli spazi esterni e la disponibilità di un posto per l'auto, ma l'elemento fondamentale è e deve restare la rivalutazione in prospettiva». Ciò che però si lega a svariati fattori, non sempre valutabili nell'immediato. «I progetti di riqualificazione urbanistica del luogo - aggiunge Batacchi - rappresentano un ottimo viatico per vedere rivalutare l'investimento. Come per la pineta di Jesolo, dove, non a caso, gli acquisti delle famiglie proseguono nonostante l'incertezza del periodo. E poi, a orientarsi su cose belle, puntando a una soluzione di pregio ovvero a un'abitazione contraddistinta da evidenti contenuti di qualità, non si sbaglia mai».
Peraltro, oggi l'investimento nel mattone si trova al centro di una rinnovata fiducia. Si assiste al riprendersi della volontà di acquisto che si concentra, rispetto alle seconde case al mare, su appartamenti con due camere vicini alla spiaggia e con terrazzo o giardino. «È una strada più sicura di tanti altri impieghi finanziari - osserva Batacchi - e certamente, visti i cali di Borsa che proseguono ormai da anni, ben lontana dai rischi connessi per portafoglio e coronarie. Puntare all'acquisto di un immobile in prima fila, fronte mare, rappresenta sempre una scelta vincente: i prezzi sono più alti ma lo è anche la possibile rivalutazione». A guardare le statistiche di settore, sembra quasi che l'acquisto di abitazioni nelle località di mare durante la stagione fredda sia divenuto un fenomeno di moda. «Il clima delle località balneari è generalmente migliore e la ricerca invernale è utile per disporre della casa non appena il caldo si riaffaccia».