Il punto di domanda sono Doni e Vieri

C ominciare la stagione con cinque assenti per infortunio (Cigarini, De Ascentis, Bonaventura, Cerci e Vieri), non è proprio un segnale di benessere, ma gettando nella mischia il giovane Manzoni, Del Neri ha avuto una piacevole sorpresa: potrebbe tornare utile in futuro per proseguire nella «linea giovane», tanto inseguita con l’innesto del 22enne Cigarini. La difesa, con l’arrivo da Napoli di Garics, sembra essere il settore meglio assortito, ma davanti affidarsi all’indiscutibile talento di Cristiano Doni, la cui carta d’identità recita però la bellezza di 35 primavere, rimane un grosso rischio. Eppoi c’è l’incognita chiamata Christian Vieri.