Punto e a Cap, le Poste cambiano i codici

Vecchio Cap addio: da oggi entra in vigore la riorganizzazione dei Codici di avviamento postale, «per ottimizzare - spiega Poste Italiane - la qualità del servizio di recapito in linea con i cambiamenti toponomastici e amministrativi avvenuti negli ultimi anni in Italia».
Il nuovo sistema Cap introduce alcune importanti novità. Per 27 città italiane suddivise in zone postali è stato innanzitutto abolito l'utilizzo del Codice postale generico: dal 20 settembre bisognerà sempre indicare il Cap specifico di zona sugli invii indirizzati ad Ancona, Bari, Bergamo, Bologna, Brescia, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, La Spezia, Livorno, Messina, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Perugia, Pescara, Pisa, Reggio Calabria, Roma, Salerno, Torino, Trieste, Venezia, Verbania, Verona.
In totale circa il 10% delle strade avrà un Codice di avviamento postale diverso rispetto al passato: vengono assegnati i Cap alle vie di nuova istituzione, rivisti o eliminati alcuni Cap cittadini. Per ogni informazione sui nuovi Cap ci si può comunque rivolgere all'ufficio postale, chiamare il call center di Poste italiane al numero gratuito 803.160 oppure consultare il sito www.poste.it.