Un punto a Ppf per Ingosstrakh

Generali

Nuovo punto a vantaggio delle Generali e dei suoi alleati cechi di Ppf Investment nella partita su Ingosstrakh in atto con il miliardario russo Oleg Deripaska. La corte di arbitrato di Mosca ha invalidato le delibere dell’ultima assemblea della compagnia russa in cui i rappresentanti di Ppf non avevano potuto votare. La corte moscovita è intervenuta, in particolare, su richiesta delle società veicolo con le quali il fondo Ppf Beta (49% Generali) controlla il 38% di Ingosstrakh. E ha deciso il 15 settembre di dichiarare nulle tutte le 11 delibere approvate dall’assemblea il 27 giugno e il 23 luglio, compresa l’elezione del nuovo cda. Ppf è entrato in Ingosstrakh acquistando la quota da un altro celebre oligarca russo, Alexandr Mamut.