Pupazzi, acrobati e luci: è il «sogno meccanico» di Elisa

È stata un’icona rock (chi non ricorda la sua vita spericolata coi Rolling Stones), ma stasera Marianne Faithfull recita Shakespeare allo Strehler accompagnata dal violoncello. Festa hard rock d’antan al Rolling Stone con i redivivi irlandesi Thin Lizzy e, per gli alternativi, alla Casa 139 lo show chitarra voce della PJ Harvey tedesca - ma nata in Australia - Kat Frankie. Domani tutto esaurito al Datchforum per Elisa; i fan sul confine tra rock e folk si rifugiano alla Casa 139 per ascoltare la texana Ashleigh Flynn. Mercoledì sempre alla Casa 139 psicopop e noise con gli Egokid. Giovedì all’Alcatraz dalla no wave al rock alternativo i Sonic Youth raccontano le loro mille influenze e trasformazioni dai primi anni Ottanta ad oggi, con dischi che spaziano da Bad Moon Rising (celebre brano dei Creedence Clearwater Revival) a Daydream Nation. Sabato allo Smeraldo la voce immortale dagli accenti folk e dal grande fascino di Joan Baez.