Pupo in scena tra canzoni e confessioni

Debutta questa sera al teatro Italia «Il Grande Croupier» dove il popolare volto tv racconta il suo difficile rapporto con il gioco tra canzoni, monologhi e molta simpatia

Dopo la musica e la televisione Pupo arriva in teatro con il recital Il grande croupier. Dopo il successo dell’anteprima nazionale del 5 gennaio al Casinò di Venezia e della settimana al Filodrammatici di Milano a gennaio, Pupo debutta questa sera al Teatro Italia dove rimarrà fino al 26 febbraio. Uno spettacolo tra parole e musica con Enzo Ghinazzi, in arte Pupo, che racconterà la sua drammatica e intensa storia d’amore con il gioco. Sarà proprio Il Grande Croupier il filo conduttore dello spettacolo che farà da contraltare ai racconti sulla sua vita privata e la sua passione per la musica. E la musica preferita da Pupo sarà uno degli ingredienti fondamentali dello spettacolo: accompagnato da Marco Pezzola al pianoforte, Carlo Ballantini alla chitarra e Roberto Tiezzi al contrabbasso, Pupo si cimenterà in versione sorprendentemente acustica con alcune delle sue canzoni preferite, fondamentali, per un motivo o per l’altro, per la sua vita personale: dalla Canzone del sole di Lucio Battisti a Smoke on the water dei Deep Purple, da Un giudice di Fabrizio De Andrè a Far finta di essere sani di Giorgio Gaber. Oltre, ovviamente, ai classici di Pupo, tra cui Su di noi, Forse e L’equilibrista (che accenna proprio alla sua vicenda di giocatore) che hanno contrassegnato la sua carriera e gli hanno fatto vendere oltre 20 milioni di dischi. E un brano inedito, intitolato La mia nuova sfida, presentato per la prima volta nel corso dello spettacolo teatrale.
Un Pupo inedito che si racconterà a cuore aperto in uno spettacolo scritto da Francesca Angeli e diretto da Massimo Navone, che prevede anche interventi di Pupo con il pubblico, Il Grande Croupier nasce dall’idea di Enzo Ghinazzi di voler portare in teatro alcune storie che hanno segnato il suo percorso di uomo, di artista e di giocatore.
Questo spettacolo arriva al culmine di un percorso artistico che ha portato Pupo ai massimi livelli della televisione italiana raccontando senza timori la sua vita, prima in tv con Il Funambolo e poi in un libro, Banco Solo - Diario di un giocatore chiamato Pupo, uscito nelle librerie nel settembre scorso, dove con coraggio e semplicità racconta i momenti più duri della sua esperienza da amante dell’azzardo.
Teatro Italia, via Bari 18. In scena fino al prossimo 26 febbraio. Tutti i giorni (escluso il lunedì) alle 21. Domenica alle ore 17.30. Info: 06.44239286.