Pupo va sul palco e paga il debito a Morandi

Con un gesto a sorpresa il cantautore toscano prima che finisse lo spettacolo del suo amico Morandi, a Milano, è salito sul palco per dargli un assegno da 100mila euro: un vecchio debito risalente agli anni Ottanta

Milano - Incursione a sorpresa di Pupo al teatro Tenda di Milano, dove era in scena l’ultima replica del concerto di Gianni Morandi "Grazie a tutti". Il cantauore toscano, tornato al grande successo televisivo da pochi anni, è salito sul palco verso la fine dello show ed ha consegnato all’amico un assegno da 100.000 euro pari a circa 200 milioni di lire di un tempo. Pupo ha così saldato, con il pubblico del teatro testimone del pagamento, il suo vecchio debito a Morandi, che lo aveva aiutato in un momento per lui difficile.

"Non dovevi Enzo, ci avevo messo da tempo una pietra sopra", ha reagito sorpreso Morandi. "Ma non io - ha risposto Pupo -. La vita mi ha dato un’altra chance e sicuramente il tuo aiuto di allora è stato fondamentale perchè ciò accadesse. Adesso mi sento davvero come un tuo fratello ed un uomo sereno". Morandi, che con Pupo è tra i fondatori della Nazionale cantanti che giocherà il 12 maggio a Roma la "Partita del cuore", aveva aiutato finanziariamente Pupo a metà degli anni ’80 in un periodo nero per l’autore di "Su di noi". In quegli anni Pupo era infatti reduce da un incredibile crisi discografica che lo portò in pochi anni dai vertici delle classifiche a poche migliaia di copie vendute e ad avventate perdite al gioco come qualla subita in una partita di Chemin de Fer a Saint Vincent quando, in una sera, perse 130 milioni di lire.