Pure Twitter si piega Ok all’autocensura per sbarcare in Cina

Il social network Twitter ha annunciato la messa a punto di una nuova tecnologia in grado di censurare i messaggi Paese per Paese, se ci sarà una richiesta in questo senso da parte delle autorità locali. La decisione può avere un senso in Paesi come Germania e Francia, dove sono proibiti i messaggi neonazisti e antisemiti, ma in Cina, dove Twitter vuole sbarcare appena possibile, rischia di porre seri freni alla dissidenza e alla libertà di espressione. La decisione di Twitter ha stupito gli internauti americani, soprattutto visto il ruolo decisivo del microblogging nelle rivolte di piazza Tahrir che hanno rovesciato il regime di Hosni Mubarak.