Purga Barack silura i giornalisti «scomodi»

Drudgereport accusa e la campagna di Barack Obama conferma: gli inviati di New York Post, Washington Times e Dallas Morning News, tre testate che hanno appoggiato John McCain, sono stati sfrattati dall’aereo che segue il candidato democratico nel suo zig zag per l’America. «Dobbiamo catturare gli stati incerti. New York, Washington e il Texas non sono tra questi», ha detto Bill Burton, portavoce di Obama negando, come sostiene il sito web vicino ai conservatori, che lo schiaffo sia stato ideologico. La Fox, stessa proprietà del New York Post, è rimasta a bordo e ha sparato a zero: «La vendetta di Obama». E non c’è dubbio che la decisione di escludere le tre testate pro-McCain porterà acqua al mulino di chi crede che la copertura della campagna da parte dei media sia stata troppo di sinistra.