Le purghe dei giovani musulmani

Espulso perché troppo moderato. Benvenuti fra i Giovani musulmani d’Italia, che mentre i loro coetanei in Egitto lottano per democrazia e pluralismo, chiudono al confronto, sbattendo fuori quel Khalid Chaouki (foto) che, fondatore dell’associazione nel 2001, già membro della Consulta per l’Islam e oggi responsabile immigrazione giovani Pd, già nel 2004 si era dimesso da presidente denunciando infiltrazioni estremiste. Fra i motivi del benservito, «i miei appelli al dialogo». La comunità ebraica parla di «segnale tremendo di chiusura». Chissà che ne direbbero i manifestanti di piazza Tahrir...