Pusher nascondeva la droga nelle statue di Babbo Natale

Dopo i primi, facili guadagni, l’idea che aveva avuto gli deve essere sembrata un’ideona. Piazzare 10 grammi di droga dentro dei Babbo Natale di ceramica solitamente usati come segnaposto e rivenderli a 50 euro l’uno, effettivamente, non è da tutti. Soprattutto se la trovata geniale si fonda su un’innocua attività commerciale di lunga data e una fedina penale immacolata. Fino all’altroieri, quando i carabinieri della Compagnia Porta Magenta, spacciandosi per clienti interessati ai particolarissimi Babbo Natale, lo hanno preso in trappola, arrestandolo con l’accusa di spaccio. Lui è Fabio Cavallaro, 43 anni, da tempo titolare di una bancarella di casalinghi alla fiera di Sinigallia. Sotto il banco gli hanno trovato 100 grammi di droga.