Putin difende Assange: "Arresto anti-democratico Gli Usa? Da che pulpito..."

Il premier russo contro l'arresto anti democratico del fondatore di Wikileaks: "Dimostra l'ipocrisia dell'Occidente". Poi critica gli Usa: "Da che pulpito..."

Mosca - "Perché Assange è stato arrestato? E' questa la democrazia?". A chiederselo è il premier russo Vladimir Putin che mette in dubbio la correttezza dell’arresto del fondatore di Wikileaks, che "dimostra l'ipocrisia dell'Occidente". "Se si parla di democrazia, occorre che sia totale", ha continuato Putin, parlando in una conferenza stampa a Mosca.

Critiche agli Usa E in risposta alle critiche alle carenze democratiche e alle accuse di burocrazia corrotta del suo paese contenute nei dispacci diplomatici Usa rivelati dal sito risponde: "Bisogna cominciare a spazzare davanti alla propria porta. Giro la palla ai colleghi americani". Putin poi conclude con una battuta: "Da che pulpito viene la predica, come si dice nel linguaggio popolare il bue dà del cornuto all'asino".