Putin e Medvedev a Sochi Prima una sciata, poi il tè: «Tanto paga tutto il presidente»

Se per mesi gli analisti si sono interrogati su chi realmente guida la Russia - il presidente Dmitri Medvedev o il premier Vladimir Putin - da ieri un aspetto della misteriosa divisione dei poteri tra i due leader sembra essere più chiaro: è il capo del Cremlino che paga il conto, quando si esce a prendere un drink. Medvedev e Putin si sono recati ieri a Krasnaya Polyana - nel sud del Pase, vicino Sochi - dove nel 2014 si terranno le Olimpiadi invernali. Una folla festante ha accolto i due politici che si sono concessi una sciata insieme al viceprimo ministro, Dmitry Kozak (insieme nella foto), che sovrintende alla preparazione dell’evento sportivo. Dopo la discesa, conclusasi con l’abbraccio di una folla festante e curiosa di vedere entrambi i leader in una veste così insolita, Medvedev e Putin sono entrati in un rifugio a bere il tradizionale tè. Arrivato il conto, però, quello che tutti gli avventori intorno all’illustre tavolata hanno potuto sentire è stato: «È il presidente che paga per tutto. Faccio io», ha detto Medvedev.