Putin recupera 2 anfore: il premier russo si scopre novello Indiana Jones

Nuovo show estivo per il capo di stato russo. In una "fortunata" immersione subacquea scopre e riporta in superficie due reperti del VI secolo

MOSCA - Un nuovo episodio piuttosto curioso si aggiunge al già lungo elenco di imprese del leader russo. Dopo avere cavalcato cavalli della steppa a torso nudo e condotto operazioni a bordo di arei anti incendio, Putin scopre con un "pizzico" di fortuna due anfore antiche. La fortunata scoperta è avvenuta nel corso di un'immersione estiva. L'accaduto desterebbe certo più stupore se il premier non si fosse immerso in un sito archeologico nel sud della Russia, dove la presenza di numerosi reperti non era un mistero.
Le rovine di Phanagoria, città fondata ai tempi della Grecia antica, tra il mar Nero e il mar di Azov, sono state teatro del gesto atletico del leader russo. Per Putin si trattava solo della terza immersione. Secondo il direttore della spedizione archeologica, le anfore recuperate dalla fortunata esplorazione risalgono al VI secolo. Le immagini della scoperta sono state riprese e trasmesse dalla televisione di stato russa.