Pyongyang, uccisa una turista Torna la tensione fra le Coree

Incidente sul monte Kumgang, aperto ai turisti della Corea del Sud dal 1998. La donna è stata uccisa da militari della Corea del Nord: "Era entrata in una zona militare". Seoul blocca i viaggi turistici

Seoul - E' ancora tensione tra le due Coree. Tutto per un "incidente turistico". Una donna sudcoreana è stata uccisa da colpi d’arma da fuoco da militari nordcoreani. Secondo l’agenzia Yonhap la turista 50enne si trovava in visita in una località sul Monte Kumgang. Secondo Hyundai Asan, responsabile del turismo surcoreano in Corea del Nord, la donna era entrata per errore nella zona militare che si trova vicino a una spiaggia. È stata colpita al cuore e alle cosce. L’incidente è avvenuto alle 4,30 del mattino di venerdì, ora locale (quando in Italia erano le 21,30 di giovedì). Il cadavere della donna è stato portato nell’ospedale di Sokcho, nella parte settentrionale della Corea del Sud.

Turismo sospeso La Corea del Sud ha deciso di sospendere il turismo al Monte Kumgang, in Corea del Nord dopo l'uccisione. Lo si apprende da un funzionario governativo a Seul. Il funzionario ha detto in una conferenza stampa che la donna è stata uccisa dai militari prima dell’alba. Il sito turistico di Kumgang, separato da recinti dal circostante territorio nordcoreano, annovera alberghi, impianti termali, negozi, un campo da golf e una folta presenza di militari di Pyongyang. Il primo turista sudcoreano visitò Monte Kumgang nel novembre del 1998.