Al Qaida minaccia ancora Londra

In un messaggio audio diffuso via internet Al Zawahiri, vice di Bin Laden, promette fuoco e fiamme contro la capitale inglese. Il video dura 20 minuti ed è intitolato "La maligna Gran Bretagna e i suoi schiavi indiani". Forte l'irritazione qaedista per  la decisione inglese di conferire il titolo di Sir a Rushdie

Londra - Il vice di Osama bin Laden, Al Zawahiri, ha minacciato nuovi attacchi contro il Regno Unito, ad appena due settimane di distanza dai falliti attentati su Londra e Glasgow. "Dico al successore di Blair che la politica del suo predecessore ha portato catastrofi in Afghanistan e Iraq, e anche nel centro di Londra", ha detto in una registrazione audio diffusa via internet attraverso un sito utilizzato da alcuni gruppi vicini ad al Qaida. "Se non avete ancora imparato la lezione siamo pronti a ripeterla, Dio permettendo. Finché non saremo sicuri che voi non abbiate pienamente capito". Non è stata ancora verificata l'autenticità della registrazione audio.

Il messaggio, prodotto da "Sahab", ritenuta l’ala mediatica di Al Qaida, è compraso su un sito web islamista. Zawahiri minaccia di "rispondere" alla recente decisione di Londra di conferire il titolo di "Sir" allo scrittore inglese d’origine indiana Salman Rushdie, condannato a morte nel 1989 con una fatwa emessa dall’ayatollah iraniano Khomeini. "Dico alla regina e Blair che il vostro messaggio ci è giunto e che stiamo per preparare una precisa risposta", dichiara il medico egiziano.