Al Qaida minaccia gli Europei di calcio

Ginevra. Secondo la polizia svizzera la rete terroristica di Al Qaida starebbe preparando attentati da compiere durante i Campionati europei di calcio che inizieranno il 7 giugno in Svizzera e Austria. Lo ha dichiarato il responsabile dei servizi di analisi e prevenzione della polizia federale elvetica, Jurg Buhler, il quale ha fatto riferimento alle ultime minacce espresse presumibilmente da Al Qaida nelle scorse settimane. Messaggi come «trasformeremo i due Paesi più sicuri d’Europa come gli inferni afghano e iracheno»; «l’ora è suonata per i combattenti della fede, devono far sentire la loro voce». Gli appelli sono comparsi su alcuni siti Internet, ha spiegato Buhler in un’intervista al quotidiano svizzero francofono La Liberté. «Noi prendiamo - dice - tutte queste minacce sul serio». Le autorità elvetiche hanno detto di essere pronte ad ogni evenienza. «Seguiamo sempre da vicino questi forum jihadisti. È attraverso di essi che gli agenti di Osama bin Laden svegliano le cellule dormient», ha dichiarato al quotidiano una fonte dei servizi di sicurezza. Anche il portavoce della Uefa in Svizzera, Pascale Voegeli, assicura la massima allerta. Il governo federale ha fatto sapere di aver stanziato per la sicurezza circa 35 milioni di franchi.