Qualche semplice trucco per tenere lontani i ladri

La sezione sicurezza beni mobili della Confedilizia, settore dell’organizzazione storica della proprietà immobiliare che si occupa di vedere preservati gli oggetti di valore conservati nelle case, segnala alcuni consigli per le vacanze estive utili nel momento in cui si decide di lasciare la normale residenza per viaggi o villeggiatura.
Per prevenire furti e intrusioni è bene evitare di pubblicizzare le assenze: se si ha una segreteria telefonica, è opportuno non registrare messaggi dal tono vacanziero, essendo preferibile un generico riferimento come «Momentaneamente non siamo in casa». In mancanza del portiere le chiavi di casa vanno lasciate a un parente o a un amico, che passi ogni tanto a ritirare posta e giornali (il cui accumulo denota l’assenza dei destinatari) e a controllare che tutto proceda per il verso giusto. L’accumulo di materiale pubblicitario è spia dell’assenza del proprietario: si può rimediare collocando sulle cassette postali un cartello con la scritta «È vietato lasciare materiale pubblicitario» (se nel condominio tutti sono d’accordo) oppure indicando il divieto sulle singole cassette (se vi sono differenti opinioni).
Negli immobili condominiali, sempre in mancanza di portiere, bisogna stare attenti ai comportamenti di chi svolge le pulizie. Qualche addetto ha l’abitudine di lasciare - dopo aver finito - il tappetino sollevato in alto o appoggiato vicino alla porta d’ingresso dell’appartamento: in assenza del proprietario, il fatto rappresenta un indizio che in casa non c’è nessuno. Se ci si accorge che l’addetto alle pulizie non ricolloca subito il tappetino davanti alla porta, è bene avvertirlo e chiedergli risolutamente di evitare tale comportamento, che rappresenta di per sé un segnale utile ai ladri (e non dimostra che la pulizia sia stata effettivamente svolta).
Confedilizia ricorda, poi, che semplici accorgimenti possono essere molto efficaci, specie in caso di cattivo funzionamento degli allarmi. Si segnala la possibilità di lasciare in casa una radiosveglia attiva che suoni di tanto in tanto, d’installare una luce a intermittenza che saltuariamente si accenda e si spenga, di mettere coperchi o contenitori metallici dietro le porte e le finestre. Altri suggerimenti si possono trovare collegandosi al sito internet www.confedilizia.it.