Quando il cellulare è una macchina fotografica digitale

Hanno obiettivi capaci di scattare foto con risoluzioni da 2 a 3 megapixel fino agli 8 di Samsung

Massimo Carboni

da Milano

I cellulari da tempo stanno diventando oggetti tecnologici sempre più votati alla multimedialità. La funzione più interessante pare essere comunque quella legata alle fotocamere digitali. Gli ultimi modelli prodotti presentano sempre più spesso fotocamere da due e più mega pixel capaci di garantire foto, se non ancora paragonabili a quelle ottenibili con le classiche fotocamere, di buona qualità. Nokia, pur avendo in catalogo già diversi modelli con fotocamera da 2 megapixel, ha deciso di fare le cose in grande lanciando uno smartphone da tre megapixel. Si tratta dell’N80, un quadriband di terza generazione con involucro slide molto compatto e sovrastato da un display da 178 x 208 punti che supporta fino a 262 mila colori. La fotocamera, ha un sensore da 3 milioni di pixel e lo zoom 20x.
Da notare che è presente anche un flash incorporato, accessorio fino ad ora decisamente poco usato nei telefoni cellulari e molto più consono alle fotocamere. La memoria è da 40 megabyte, aumentabili attraverso le schede miniSD. Non mancano inoltre i supporti al Bluetooth, al Wi-Fi e alla tecnologia UPnP che permette di trasformare il telefono in una sorta di telecomando. Il sistema operativo, infine, è Symbian, nella versione 8.0. Il prezzo intorno ai 500 euro. Un altro cellulare deciso a fare concorrenza alle fotocamere tradizionali è il Lenovo V920 con una forma che richiama molto da vicino quella dei classici palmari con un display ampio da 176 x 144 pixel che supporta 262 mila colori.
L’apertura è di tipo «slide» a scorrimento. Notevole la resa fotografica garantita dal sensore ottico digitale Ccd a 4 megapixel. La capacità di archiviazione prevede oltre alla possibilità di inserire nell’apposito slot delle schede di memoria miniSD, una memoria interna di 128 megabyte. Anche Samsung sembra particolarmente sensibile alle prestazioni fotografiche dei propri modelli, tanto da lanciare l’E358, un cellulare con fotocamera integrata da ben 3 mega pixel e flash incorporato. Tra le curiosità la presenza di un piccolo specchio per consentire la realizzazione di autoritratti. Inoltre pesa pochissimo solo 75 grammi. La vendita per il momento è ristretta al mercato coreano ma si può acquistare su eprice.com.tw. Anche motorola ha il suo modello da 2 mega pixel si tratta del RAZR V3x. Sottile, con chiusura a conchiglia, design sofisticato, una foto-videocamera da 2 mega-pixel con 64 Mb di memoria interna espandibile fino a 1 Gb e Java MIDP 2.0 integrato. Costa 389 euro. Diverse opzioni di scelta, nella categoria «due megapixel», anche per Sony Ericsson. In particolare il modello K750i: una camera phone con la caratteristica di integrare una fotocamera con sensore a 2 milioni di pixel, che consente di dar vita ad immagini di grande qualità. Il K750i è dotato di un software per Pc per l’editing di immagini per creare album fotografici, aggiungere effetti, inviare messaggi e-mail con immagini. Costa 380 euro. Questo per quanto riguarda il presente. Se poi ci si vuole spingere un po’ più in la vale la pena di segnalare come ancora Samsung abbia annunciato un nuovo cellulare dalle prestazioni fotografiche assolutamente eccezionali. Il suo nome è SPH-V8200 e ha come principale elemento di spicco un sensore fotografico che può scattare immagini a ben 8 megapixel di risoluzione. Tale modulo è abbinato ad un display a matrice attiva che può supportare fino a 16 milioni di colori, un record per la categoria. Oltre a questo, l'apparecchio risulta compatibile con la tecnologia Pictbridge per la stampa diretta delle immagini su carta. Per il momento però il lancio è previsto sul mercato coreano.