Quando la destra cavalcava le auto

Elezioni amministrative 1993. Tra i candidati sindaci sulle prime pagine delle cronache locali ritroviamo Riccardo De Corato. Sì, l’allora battagliero consigliere comunale fu premiato dal Msi con una candidatura a Palazzo Marino. E De Corato ci dà dentro: scontri elettorali nel traffico, tra targhe alterne, centro chiuso e tagli alle linee Atm. Anche lui come altri non s’avventura nel progetto di fermare tutte le auto. Anzi, si schiera apertamente con il partito degli automobilisti creato a latere del Msi per tentare di raccattare consensi tra i pasdaran delle quattroruote. Storia di quattordici anni fa, quando in Comune si giocava la credibilità su temi come viabilità, parcheggi e smog. Già, proprio come accade oggi.