Quando Fido è social: nasce oggi GriddixDog

Chi l'ha detto che il social è solo per noi bipedi? Parte oggi <strong><a href="http://www.griddixdog.com/">Griddixdog.com</a></strong> il primo Social Network dedicato ai proprietari ed agli appassionati di cani in tutto il mond

Quasi un anno fa nasceva Griddix, il primo social network interamente basato sulla casualità. Dopo il successo della versione “per bipedi”, nasce GriddixDog, il primo social network interamente dedicato a Fido.

Abbiamo incontrato Sergio Barbesta, ideatore della community, che ci ha spiegato come è nata l'idea di un social tutto canino.

Dottor Barbesta, quasi un anno fa nasceva Griddix - the web democracy, basato sul concetto di interazione casuale. Oggi parte GriddixDog: come nasce l'idea di un social network dedicato ai nostri amici a quattro zampe?
In Italia ci sono più di 10 milioni di famiglie che possiedono un anmale domestico, quasi la metà di chi possiede un animale (48,4%) convive con un cane e quello legato a Fido è un mercato sempre in crescita. La passione per i cani rappresenta un elemento di socializzazione importante: basti pensare alle chiacchiere, spesso diventate amicizie, nate al parco mentre si porta Fido a fare i bisogni. Ecco, Griddixdog.com rappresenta, per tutti coloro che hanno un cane, un giardino senza confini in cui trovare ed interagire con nuovi amici. Il nuovo Social Game nasce proprio per rispondere alle diverse esigenze di chi ha deciso di condividere la propria vita con Fido, e ha alla base il concetto di griglia e di incontri ed amicizie casuali che abbiamo già conosciuto con Griddix.com.

Come viene applicato questo concetto alla versione “canina”? Attraverso il meccanismo di scambio di posizione sulla griglia è possibile fare la conoscenza di esemplari della stessa razza oppure dei cani più vicini a noi, grazie alla geolocalizzazione dei profili. Lo scambio di cella, che avviene gratuitamente, semplicemente facendo richiesta all’utente di cui vorremmo prendere il posto, ti permette di conoscere altri proprietari di cani, organizzare una passeggiata in compagnia, scambiarsi pareri. Ricordo che a registrarsi non è “Mario Rossi” ma l'esemplare di cui Mario Rossi è proprietario. Questo rende tutta la questione della privacy molto meno problematica e in qualche modo anche intrigante dal momento che non sappiamo chi si “nasconde” dietro a Fido. Su GriddixDog si condividono le informazioni relative al proprio cane, si possono postare le foto più belle, i video delle esperienze più emozionanti e darsi appuntamento con altri proprietari di cani per una divertente passeggiata. Il centro dell'interesse è in effetti Fido, non il proprietario di Fido ma, come sappiamo, da cosa nasce cosa e non è detto che un incontro virtuale tra proprietari non possa trasformarsi in un incontro reale per condividere esperienze, consigli, tecniche di addestramento.

Pensa che GriddixDog possa avere altre funzioni oltre a quella di socializzazione tra proprietari di cani?
Oltre a condividere esperienze gradevoli, Griddixdog.com può essere inteso anche come un network di aiuto per la ricerca di cani scomparsi. Durante la registrazione, sotto il menu razza è possibile scegliere “Smarrito-Lost”, in seguito, con dei semplici filtri, si possono visualizzare sulla mappa di Google i profili dei cani scomparsi nella nostra zona. In questo modo GriddixDog diventa una sorta di “Chi l'ha visto” versione canina fornendo anche un servizio di civica utilità. GriddixDog nasce dunque, per rispondere alle diverse esigenze dei padroni: dalla ricerca di compagni di giochi e di avventure per il proprio cane, alla socializzazione tra cani e padroni fino a proporre veri e propri eventi-contest dedicati esclusivamente agli iscritti al Social Network. Una piccola anticipazione: a partire dal 2012 Griddixdog.com in collaborazione con Pet Mania TV - il canale digitale terrestre dedicato al mondo dei pet - realizzerà un format televisivo dedicato ad un agility contest. Tra tutti gli iscritti a Griddixdog.com verranno sorteggiati 9 proprietari di cani i quali prenderanno parte ad un intera giornata dedicata a gare di agility.

Per tornare ai noi bipedi, come sta andando l'avventura Griddix?
Direi che i risultati sono positivi: siamo andati online a dicembre dell'anno scorso e ad oggi gli utenti registrati sono circa 2.000. Se pensiamo che gli investimenti pubblicitari sono ancora solo in Italia, direi che non possiamo lamentarci. Inoltre, rispetto all'ultima volta che ci siamo incontrati abbiamo inserito due novità significative. Prima di tutto la geolocalizzazione dei profili e la Flash Room, una sorta di stanza parallela dove per una settimana ciascun utente può parlare con 24 altri utenti scelti a caso dalla griglia. Questa novità nasce dall'esigenza di movimentare il sistema e renderlo più dinamico. Inoltre, diversamente da prima, se entro tre giorni la richiesta di spostamento non trova conferma si ritiene automaticamente accettata. A breve introdurremo inoltre la possibilità per le donne di spostarsi su celle vuote senza dover pagare alcun credito: questo, ancora, per incrementare la mobilità della griglia. Ancora una piccola anticipazione per gli amanti dei nostri piccoli amici a quattro zampe: dopo GriddixDog, a breve lanceremo anche la versione per gli appassionati di gatti. Insomma, dopo la web democracy, la rivoluzione social sul web è “animale”.

www.griddixdog.com