Quando i posti a tavola erano importanti

Nell’era di Antonio Fazio era considerato il «barometro» del gradimento di Bankitalia, ora è più semplicemente la colazione di lavoro a suggello dell’intervento di Mario Draghi al Forex. Location di quest’anno il «foyer nord» del Lingotto, dove al governatore era stata riservata un tavolata rettangolare con gli esponenti della politica locale e i presidenti degli istituti presenti. A partire dai «padroni di casa», Giovanni Bazoli ed Enrico Salza, oltre a Gabriele Galateri di Genola, Gianluigi Gabetti, Cesare Geronzi e Corrado Faissola (probabilmente in rappresentanza dell’Abi). Nei pressi il tavolo dove hanno invece conversato Alessandro Profumo, Fabrizio Viola, Divo Gronchi e Luigi Abete. Poco distante Matteo Arpe, a pranzo con Pietro Modiano e Francesco Spinelli.