Quando l’arte riscopre il piacere del racconto

Sensitive Timeline è un progetto che intende indagare l’uso delle strutture narrative nel linguaggio artistico contemporaneo e le differenti pratiche attraverso cui tale uso si declina. Da oggi presso lo Spazio non profit 26 cc (via Castracane 26), una mostra prova a indagare questo nuovo linguaggio artistico. In mostra, tra gli altri, i lavori di Gulsun Karamustafa, M+M, Flavio Favelli. Per l’occasione è stata realizzata anche una piattaforma di documentazione con dischi, libri, video, che cercheranno di chiarire al meglio l’idea delle strutture narrative, viste nelle sue declinazioni artistiche.