Quando l’Arte si misura solo con il termometro

Bravo, Maestro Frizza! Oh, finalmente qualcuno che non è attaccato al suo «careghino» e sbatte la porta, qualcuno che dice «Signori, non abbiamo raggiunto un livello di preparazione artistica tale da presentarci alla prima», qualcuno che pensa ancora che il palcoscenico sia qualcosa di più che una serie di regolamenti, un cartellino da timbrare e un termometro per vedere se la temperatura consente le prove. E già perché questa Manon Lescaut genovese muore uccisa da una corrente d'aria: (...)
SEGUE A PAGINA 43