Quando lui è più giovane di lei: ecco le coppie che scoppiano

Una ricerca inglese: «Se la donna è più vecchia dell’uomo, il rischio di separarsi aumenta»

Nino Materi

Per chi suona la carampana? A chiederselo sono tutte quelle donne più anziane dei loro compagni, fidanzati o mariti alle prese con una domanda «essenziale» quanto quella sul nome dell’ultimo nominato nella casa del Grande Fratello.
Il «fondamentale» quesito è il seguente: «È vero che se lei è più vecchia di lui, la coppia finirà per scoppiare?».
Rispondere seriamente è impresa ardua, tuttavia spulciando i dati Istat si scopre che «in un caso su quattro, nelle coppie di fatto, la donna ha più anni del compagno e che una proporzione simile si ritrova anche nelle famiglie ricostruite: lei è più vecchia di lui nel 23% dei casi». Fra coppie sposate, invece, lo «sbilanciamento» di età è meno frequente: «Dieci anni fa - evidenzia ancora l’Istat - lei era più vecchia di lui nel 10,9% dei casi. Oggi si è saliti all’11,5%». Fin qui il trend anagrafico.
Ma come stanno le cose relativamente all’«indice di litigiosità»? «Più la differenza di età tra lei e lui si eleva, più aumenta il rischio di separarsi - spiega una ricerca inglese curata dall’Office for Nation Statistics (Ons) -. Ma mentre l’uomo più vecchio rispetto alla partner viene visto come un elemento di stabilità della coppia, quando le parti si invertono il rischio di rottura arriva fino a interessare una relazione su due». In America è stato coniato perfino un termine per definire le donne che scelgono partner molto più giovani: «Cougar», ovvero puma. Un fenomeno in crescita, che il cinema anticipò con «Il laureato» e ora rilanciato dall’ultimo film di Sharon Stone, una che non parla per sentito dire considerato che la sua ultima fiamma ha vent’anni meno di lei.
Ma anche nel nostro Paese le «Cougar» non mancano: da Barbara D’Urso a Ornella Muti, da Amanda Lear a Irene Pivetti, Barbara De Rossi, Dalila Di Lazzaro, Stefania Sandrelli (tutte felicemente unite a partner «ragazzini») e tante altre non altrettanto fortunate, com’è accaduto a Roberta Capua che ha «rotto» con Massimiliano Rosolino. L’ultima ad aggiungersi alla categoria delle «deluse» è stata Ela Weber, la «Sellerona» di bonolisiana memoria, che ha deciso di dare il benservito al cantante Alessandro La Rocca, de i «Ragazzi italiani».
Lui, di 7 anni più giovane, ha rifiutato la proposta matrimoniale dell’abbondante Ela che chiedeva una «prova d’amore» ormai non più procrastinabile. Ma alle parole «matrimonio» e «figli», Alessandro ha preferito raggiungere la sua band. E la love story ha improvvisamente cambiato musica.
«Una donna a 40 anni vuole dei figli e presto. Un ragazzo preferisce rimandare» ha dichiarato al Tgcom la giunonica bavarese lanciata nel 1988 con la trasmissione «Tira e molla». Stufa invece del «tira e molla» del suo giovane fidanzato, Ela è tornata single e ora spera di trovare un compagno «dell’età giusta» per convolare a nozze: «Una famiglia mia mi manca e infatti con Alessandro eravamo arrivati al punto di volerla formare. Avevamo anche parlato di sposarci. Poi il sogno è svanito...».
Gli interessati si facciano avanti: astenersi perditempo e «under 30».