Quando il minorenne diventa assassino

1954 Juliet Hume, 15 anni, aiuta l'amica Pauline Parker (16) a uccidere la mamma. Condannate a 5 anni di galera, dopo aver scontato la pena, hanno cambiato nome. Una scrive libri gialli, l'altra fa la bibliotecaria;
1988 Timothy Scott ha ucciso la mamma e il convivente della donna che l'aveva adottato. È stato condannato a due ergastoli;
1992 Bobby Kent, liceale di 15 anni, è stato ucciso da sette coetanei. Uno di essi è stato condannato a morte: aspetta l’ esecuzione;
1994 Eric Smith, 13 anni, ha soffocato e ucciso di botte Derric Robie, 4 anni;
1996 Barry Loukaitis, 14 anni, ha ucciso Manuel Vela di 14;
1999 Lionel Tate 12 anni, appassionato di lotta, ha ucciso Tiffany di sei anni.