Quando il pranzo diventa un saggio

Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei. Il cibo fa sempre più irruzione nel mondo della cultura. Almeno a giudicare dal gran numero di saggi e libri pubblicati sull’argomento. Solo dando una scorsa ai cataloghi editoriali degli ultimi mesi si va dal serissimo «La fine del cibo» di Paul Roberts (Codice) che racconta i rischi alimentari del prossimo futuro al molto più ironico «Il conto dell’ultima cena. Il cibo, lo spirito e l’umorismo ebraico» di Moni Ovadia e Gianni Di Santo (Einaudi). E tra i molti altri ricordiamo anche: «Il cibo flessibile. Nuovi comportamenti di consumo» di Maura Franchi (Carocci); «Cento domande sul cibo. Manuale di sopravvivenza tra il supermercato e la tavola» di Stefano Carnazzi (Ambiente) e «Il Cibo e l’amore» di Willy Pasini (Mondadori) che racconta il rapporto tra eros e tavola.