Quando il risparmio si abbina alla qualità

Tra le prime quindici nella classifica mondiale delle società farmaceutiche, Teva è un’azienda impegnata nel favorire l’accesso ad un’assistenza sanitaria di qualità attraverso lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di farmaci generici.
Inoltre Teva è da anni attiva nella ricerca e sviluppo di farmaci innovativi nelle aree del sistema nervoso centrale, dell'oncologia e delle malattie autoimmuni. Infine, Teva è la principale produttrice di principi attivi al mondo, lavora per quasi tutte le maggiori multinazionali del settore e in Italia possiede sei stabilimenti di produzione di cui cinque in Lombardia.
I farmaci generici, o equivalenti, sono i medicinali non più coperti da brevetto o da certificato di protezione complementare, che vengono commercializzati con il nome del principio attivo.
L’ampia offerta di generici, la capacità di essere sul mercato con i nuovi prodotti il primo giorno dalla scadenza del brevetto e la capacità di produzione di principi attivi, insieme al forte impegno nella ricerca di farmaci innovativi, sono i fattori di successo di Teva Italia, che punta su un concetto di sviluppo basato sulla sostenibilità.
Sostenibilità significa capacità di mantenere e sviluppare le proprie prestazioni nel lungo periodo attraverso un bilanciamento degli interessi economici con quelli ambientali e sociali. È l’obiettivo di Teva che per questo motivo è specializzata nei farmaci generici che per obbligo di legge devono essere «bioequivalenti» al medicinale di marca, avendo quindi il medesimo principio attivo, nella medesima dose, ed essere identici per quanto riguarda la forma farmaceutica, la via di somministrazione e le indicazioni terapeutiche.
Bioequivalente significa quindi che un medicinale di marca e uno generico sono sovrapponibili come effetto terapeutico e quindi interscambiabili.
E l’arrivo in farmacia del generico, in seguito all'autorizzazione all'immissione in commercio da parte dell'Aifa (Agenzia italiana del farmaco), permette di ottenere un significativo risparmio al Servizio sanitario nazionale come e al singolo cittadino. In tempi di crisi una buona notizia.
Per quanto riguarda i farmaci innovativi, Teva concentra la sua attività nell'area delle malattie neurologiche, di quelle respiratorie e della salute della donna, nel settore dei farmaci biotecnologici biosimilari e nei prodotti per la cura delle lesioni cutanee. Teva impiega circa 40mila persone nel mondo e ha registrato un fatturato a livello mondiale di 16,1 miliardi di dollari in vendite nette nel 2010.