Quando la straniera è troppo bella

«La donna straniera non ha vita facile in Italia. Lo dico per esperienza personale. Se sei anche bella, poi, sei morta». Parole di Afef Jnifen che sulle pagine di Vanity Fair è scesa in campo per difendere Leila Ben Khalifa, concorrente del Grande Fratello e prima musulmana a partecipare a un reality show made in Italy. Ribattezzata «l’Afef dei poveri», la splendida 24enne tunisina, studentessa all’Accademia di Belle Arti a Roma, ha trovato nella moglie di Marco Tronchetti Provera un strenuo difensore: «Le auguro successo. E invito le italiane a lasciarla in pace». A nostra volta invitiamo l’altrettanto splendida signora a non temere: gli italiani (e italiane) bofonchiano spesso. Ma poi aprono le porte a tutti.