Quando la tecnologia evita brutte sorprese

Telecamere con infrarossi notturni, sirene esterne antischiuma, sensori di movimento antiaccecamento e antimascheramento, centrali in grado di trasmettere immediatamente via sms, telefono o mail, tutte le informazioni del proprio impianto, in tempo reale. Milanosicurezza, specializzata da decenni nell'anti-effrazione, grazie a questi sistemi evoluti, gestibili anche da pannelli touchscreen, è in grado di trasformare un sistema antifurto in un vero e proprio apparato di sicurezza globale, capace di fornire al cliente ogni tranquillità.
L'azienda è stata fondata da Paolo Castellano - oggi affiancato da tecnici altamente preparati e aggiornati con appositi corsi - che, dopo una lunga esperienza nella sicurezza bancaria, ha voluto condividere il proprio know-how, mettendo a disposizione di famiglie e aziende, le soluzioni tecnologicamente più avanzate, con il miglior rapporto qualità-prezzo e con impianti, molto sicuri, anche a partire da mille euro (Iva inclusa). Nuove frontiere della sicurezza demotica, insomma, che permettono alla casa di essere sempre più «intelligente» e più interattiva, con un totale controllo di ogni apparato per la sua difesa e gestione, con tecnologie capaci di rispondere a distanza. Comfort, agiatezza, tranquillità, con l'impiego di smartphone e tablet e un semplice «clic» le nuove e sempre più ricche potenzialità della rete saranno alla portata di tutti, regalando, a tanti, un nuovo modo di vivere tra le mura domestiche. Scenari interattivi, ambienti riscaldati o illuminati a distanza, controllo generale della casa, tapparelle e sicurezze incluse, governate con un semplice e unico tasto. «Milanosicurezza ha un'esperienza maturata da decenni e ha fatto dell'innovazione e della ricerca una sua filosofia costante - spiega Castellano - per rispondere in modo adeguato ai clienti e all'evoluzione del mercato. Per questo siamo in grado di offrire le ultime frontiere della tecnologia domotica. Questa permette di vedere la propria casa a distanza e chi c'è dentro e di ascoltare se in essa c'è qualche intruso. Il controllo da remoto, in verità, non ha limiti, perché è possibile, con le nuove centrali telematiche, garantire una supervisione generale a trecentosesanta gradi. Si va, infatti, da quelle che sono le normali funzioni di luce, elettrodomestici, caldaie, cancellli, elettrovalvole, irrigazioni, alla sicurezza totale della casa, attraverso, ad esempio, il nuovo e rivoluzionario sistema attivo nebbiogeno Protect, società danese, prima al mondo nella produzione di tali apparati, con la quale abbiamo firmato un accordo commerciale, diventando un “Professional Protect Point”. Oppure, attraverso i lettori biometrici ad impronta digitale, che permettono il controllo di tutti i sistemi di allarme o di controllo delle utenze. È una filosofia la nostra, che dà ogni garanzia di assistenza alla clientela, declinando nel tempo efficienza, servizio, revisioni e manutenzioni a norma di legge ed aggiornamenti software».