Quando gli uomini avevano la coda La guerra dei sessi nella preistoria

Dopo otto anni di successi in giro per il mondo, arriva a Milano «Caveman»

Dopo otto anni di successi in giro per il mondo, arriva finalmente A Milano Caveman, l’uomo delle caverne: lo spettacolo rimarrà in scena fino al 13 aprile al Teatro Derby di via Mascagni. Lo show, in tour mondiale, ha conquistato i cuori di milioni di persone in oltre quindici lingue, diffuso in trenta Paesi, tra cui Stati Uniti, Canada, Sud Africa, Lettonia, Svezia e Germania. Con Caveman, l’uomo delle caverne, Teo Teocoli firma la sua prima regia teatrale. Nella versione italiana, prodotto da Theater Mogul e Teatro delle Erbe, Caveman è interpretato da Maurizio Colombi (già regista dello spettacolo record Peter Pan il musical). Colombi, attore, cantante lirico, autore musicale e regista, si distingue per la capacità di sapersi esprimere nei più differenti generi di spettacolo, dal teatro di parola al musical, dall’opera lirica alla commedia dialettale. «Dopo avere ammirato la versione di Broadway, ho subito desiderato portare lo spettacolo in Italia per mettere in scena ciò che più spesso vivo in prima persona», afferma il neo-Caveman Maurizio Colombi. «Caveman è un fenomeno comico di portata nazionale!» - così lo ha definito il New York Times - «uno studio umoristico sulle differenze tra uomini e donne e come tali differenze possano creare fraintendimenti tra i due sessi». Lo spettacolo è stato portato sul palco per la prima volta allo Helen Hayes Theater, a Broadway il 26 marzo 1995. Ha raggiunto il record dei biglietti venduti alla sua 339esima rappresentazione il 17 luglio 1996, diventando lo spettacolo monologo più longevo nella storia di Broadway. Basato su studi di antropologia, preistoria, psicologia, sociologia e mitologia, lo spettacolo ha avuto anche un ottimo riscontro da parte della comunità degli psicologi: è stato infatti visto e raccomandato da migliaia di psicologi e consulenti di coppia negli Usa: questo sguardo preistorico alla battaglia dei sessi è uno studio umoristico che affronta le dinamiche di coppia, spingendo, con forte impronta ironica, sulle incomprensioni fra uomo e donna e su come tali differenze possono creare fraintendimenti. È prima di tutto la capacità di «dentificarsi» nelle storie che scatena le risate della gente. E sono in particolare modo le donne ad adorarlo, per tutte le intuizioni che mirano all’osso del divertimento, sul femminismo contemporaneo e sulla mancanza di sensibilità maschile.
Caveman

l’uomo delle caverne
Teatro Derby (via Mascagni)
Fino al 13 aprile