«Da quando volo su Cirrus la mia vita è cambiata»

Stefano Cestarelli, imprenditore e manager: «Mi sposto ovunque senza vincoli e con comodità»

Quarantasei anni, una vita divisa tra Milano, dove guida una grande azienda nel settore del condizionamento, e Padova: Stefano Cestarelli è dal 2005 il managing director per l’Italia dell’americana Cirrus Design, la prima azienda al mondo per la produzione di aerei monomotore. Realtà che si è rivelata nel 2006 una delle sorprese più significative del mercato imprenditoriale italiano, con un attivo di 21 velivoli venduti nei primi 16 mesi di attività e una prospettiva di crescita per il 2007 del 25 per cento.
Ingegner Cestarelli, come spiega il grande successo dell’aereo Cirrus nel primo anno di commercializzazione in Italia?
«Cirrus è il produttore più innovativo nel mercato: ha introdotto degli aerei che hanno davvero rivoluzionato il settore. Il fatto che SR22 sia da cinque anni il più venduto aereo al mondo testimonia quanto il mercato dell’aviazione generale, di solito molto tradizionalista, apprezzi la filosofia alla base degli aerei Cirrus».
Cosa ha rappresentato, per lei imprenditore, l’acquisto di un Cirrus?
«Chi, come me, è abituato a percorrere 80-90 o 100mila chilometri all’anno per gli spostamenti di lavoro sa bene che viaggiare in automobile è sempre più difficoltoso: le autostrade sono congestionate e il traffico diventa più caotico di anno in anno».
Ci sono gli aerei di linea…
«Sì, ma anche muoversi con i voli di linea non è sempre facile: spesso le destinazioni non sono raggiungibili facilmente dagli aeroporti principali. Inoltre gli orari sono rigidi e i trasferimenti, le procedure di controllo e i ritardi dei voli causano ulteriori perdite di tempo».
Quindi ha pensato a un aereo personale?
«La libertà di movimento utilizzando un aereo personale è sorprendente: a puro titolo di esempio, posso partire al mattino da Padova, partecipare a un meeting in Austria, essere in ufficio nel primo pomeriggio a Milano e trovarmi a cena con un cliente a Cagliari».
Che cosa distingue un aereo Cirrus dalla concorrenza?
«Oltre che più efficiente, il volo su un Cirrus è certamente meno stressante e più sicuro della guida di un’auto. Inoltre i costi di esercizio sono simili a quelli di una bella vettura, ma si viaggia veloci (oltre 300 km/h) e senza la paura del ritiro della patente. Per me, cominciare a muovermi in volo è stato un vero cambio di vita: visito più clienti in meno tempo, riesco a rientrare a casa più spesso la sera. Al fine settimana, nessun problema a raggiungere la mia famiglia in vacanza, che si trovi a Rimini, in Costa Azzurra o in Sardegna: in un’ora o un’ora e mezza sono da loro».
Se un nostro lettore volesse saperne di più su Cirrus, o effettuare un volo di prova, che cosa deve fare?
«Contattarci e prendere appuntamento. La nostra struttura Cirrus Italy a Padova, pur così giovane, sta operando ottimamente, con risultati ben oltre le aspettative. Proponiamo un servizio completo, dal primo contatto fino al servizio post-vendita. Sia il supporto tecnico-commerciale, che le iniziative di marketing, che il servizio di assistenza tecnica e l’addestramento dei piloti sono molto apprezzati dalla clientela».
Chi compra un aereo, e in particolare un Cirrus?
«Il tipico cliente Cirrus è un professionista o un imprenditore, pilota o in procinto di diventarlo, spesso per la prima volta intenzionato ad acquistare un aereo personale. Ultimamente si sta creando anche una fascia di puri utenti: persone che hanno l’esigenza di dotarsi di un aereo personale per i propri spostamenti, ma che non hanno nessuna intenzione di pilotare. A questi clienti stiamo proponendo il servizio del “pilota su richiesta“: formiamo dei piloti professionisti, in grado di accompagnare in piena sicurezza il cliente Cirrus nei suoi viaggi».
Le novità Cirrus per quest’anno sono la Generation 3 e The jet.
«Cirrus ha recentemente introdotto la Generazione 3 dei modelli SR22. Anche se l’aereo è rimasto sostanzialmente lo stesso, Cirrus ha apportato una grande quantità di aggiornamenti che rendono SR22-G3 ancora più elegante ed efficiente. Ma la vera novità è the-jet by Cirrus, appena presentato negli Usa: un jet personale del tutto innovativo, sia per le soluzioni tecniche che per accessibilità e spaziosità degli interni. Di elevate prestazioni ma di facile utilizzo, il nuovo jet consentirà al pilota degli attuali modelli Cirrus di adattarsi velocemente e di accedere a una mobilità finora riservata a una élite molto ristretta a meno di metà dei costi attuali».