Quanta energia in questo stadio

A tmosfera da grandi eventi, bandiere rosanero che giravano per tutta Palermo, città sottosopra, gente contenta. Appena arrivati allo stadio, si avvicina un ragazzo, serio, giacca senza sciarpa, ci incrocia e saluta: «Buonasera», attende la risposta e poi fa: «Forza Palermo», con un’autorità e una fermezza che lasciano senza parole. È l’emblema, la bandiera, il timbro di questa partita, gli vorremmo rispondere: «Forza Palermo, Forza Sicilia e viva Garibaldi», se non ci fosse il rischio di sembrare sciocchi e di prendere per i fondelli, esattamente l’ultima delle cose che potevano venire in mente ieri sera allo stadio Barbera gonfio e carico di energia da far girare attorno a sé tutto il campionato di serie A. Per una volta e strameritatamente il centro di un’Italia che si ritrova unita e in accordo dietro a un pallone.