Quanti guai per la vedova Fortugno

A processo per «colpa» delle denunce del marito Franco Fortugno, ucciso dalla ’ndrangheta. L’onorevole Pd Maria Grazia Laganà (nella foto) è finita nei guai - è sotto processo per truffa, falso e abuso ai danni della Asl di Locri - in una storiaccia scoperta dalle Fiamme Gialle nel 2006 che si basa sulla denuncia dell’ex commissario dell’Asl, il prefetto Paola Basilone su strani intrecci legali all’omicidio. Possibile - secondo l’accusa - che la deputata, al tempo vicedirettore generale dell’Asl e responsabile del personale, non fosse a conoscenza di assunzioni manipolate, magheggi e sprechi? Ai giudici l’ardua sentenza.