Quanto è bello il mercatino di Innsbruck

Tradizioni e artigianato locale, tra profumi e colori invitanti che danno il benvenuto alla nuova stagione. È il biglietto da visita del Mercatino di Pasqua che ogni anno, a Innsbruck, richiama curiosi e appassionati di manufatti e prelibatezze gastronomiche, con tanto di spettacoli pasquali in costume come omaggio alle usanze tirolesi. Allestito, da oggi, di fronte al Tettuccio d'Oro, l’emblema della città che venne fatto costruire dall’imperatore Massimiliano I utilizzando 2657 tegole di rame placcate d’oro, il Mercatino presenta al pubblico un trionfo di suggestioni.
Accolti da danzatori che interpreteranno l’Aperschnalzern, accompagnando il ballo coi sonori schiocchi di frusta che cacceranno l’inverno o dalla cosiddetta «danza dei nastrini», la Bandltanz, i visitatori potranno perdersi tra le numerose bancarelle acquistando piccoli oggetti o scegliere tra le numerose e graziose idee regalo che spiccano tra le fragranze di pani dalle forme simboliche pasquali, il dolce delle uova e i salumi.
Purtroppo non molto vantaggiosi i voli per Innsbruck: 399,79 da Milano Malpensa andata e ritorno oppure 420,89 partendo sempre di venerdì da Linate a Innsbruck e arrivo di martedì a Malpensa. In alternativa al viaggio aereo, un viaggio veramente emozionante e incantevole attraverso le gole, le montagne e le insenature rocciose che portano alla città del Tirolo, a bordo di un treno che in cinque ore e mezzo ti porta da Milano Centrale (giovedì ore 11.05, euro 54,50 in seconda classe) a destinazione (ritorno lunedì ore 17,26 a 40 euro). Tra gli alberghi, l’Hotel Pensione Sonnenhof a 55 euro a notte dista 15 minuti di auto dal centro storico.