Quanto tempo occorrerà per vedere ridursi la rata del mio mutuo?

Ogni banca ha un proprio sistema di aggiornamento del tasso: può rilevare l’Euribor in vigore il giorno della rata, oppure l’ultimo giorno del mese precedente o ancora la media del mese. In linea di massima, quindi, la riduzione sarà visibile dal mese prossimo. Inoltre, bisogna rilevare a quale tasso Euribor è collegato il nostro mutuo: può essere a tre mesi, ma anche a uno o a sei. E ancora, esiste l’Euribor a base 360 o a base 365 giorni, a seconda se viene esaminato l’anno commerciale o quello solare: le banche scelgono l’uno o l’altro - ma in questo caso le differenze sono davvero minime - in base ai sistemi di calcolo adottati nei loro organismi. Tutti questi elementi sono nel contratto di mutuo.