Quarant’anni di liguri d’eccezione

Compie 40 anni il Premio Regionale Ligure. E a celebrare l'ambito traguardo saranno ancora una volta i talenti liguri, che verranno premiati venerdì prossimo alle 21 al teatro della Gioventù. Vittorio Sirianni e Paola Gavarone presenteranno così la rosa dei nomi, che si sono distinti nel campo dell'arte, della musica, della creatività, della solidarietà, della scienza e della cultura. Primo fra tutti Paolo Garimberti, nato a Levanto, che ha mosso i primi passi nel giornalismo a Genova, per poi ricoprire incarichi dirigenziali nel mondo della carta stampata e in quello televisivo, fino alla nomina alla presidenza della Rai. Sarà lui a ricevere il «Premio Regionale Ligure». L'obiettivo resta dunque, quello di individuare e valorizzare le capacità di uomini e donne della Liguria. Promotori ancora una volta la Regione Liguria e la Banca Carige, l'organizzazione è invece affidata alla Fondazione Regionale per la Cultura e lo Spettacolo. «Il premio ha raggiunto oggi un livello di eccellenza - spiega orgoglioso il vice direttore generale vicario di Banca Carige Carlo Arzani - Mi preme sottolineare il parallelismo tra la crescita di questo premio e la crescita di Banca Carige, che negli ultimi vent'anni ha varcato i confini regionali, per diventare una banca a livello nazionale con oltre 1000 punti vendita». La giuria presieduta dall'assessore regionale Fabio Morchio - e formata dai direttori delle maggiori testate liguri, tra cui Massimiliano Lussana, e dai sindaci delle quattro province -, ha inoltre assegnato il «Premio speciale per la Solidarietà» a don Sandro Lagomarsini, parroco di Càssego (Sp), autore di volumi di successo sulla didattica, e ideatore di un «doposcuola», che ha aiutato centinaia di ragazzi a recuperare anni scolastici. A Vittorio Malacalza, nato nel piacentino, ma genovese d'adozione, è andato il «Premio per la Managerialità e l'Imprenditoria» per la sua attività, che lo vede al vertice di un gruppo industriale di notevoli dimensioni, le cui attività sono localizzate oltre che a Genova, nel resto d'Italia e in Gran Bretagna. Il fisico spezzino Sergio Bertolucci, direttore per la ricerca e il calcolo scientifico del Cern di Ginevra, riceverà il «Premio Speciale del Presidente della Regione Liguria»; mentre a Giorgio Calabrese, uno dei fondatori della scuola cantautorale genovese, verrà consegnato il «Premio Speciale della Fondazione per la Cultura e lo Spettacolo». Annalisa Maniglio Calcagno, professore ordinario di Architettura all'Università di Genova, è stato assegnato il «Premio per la Cultura del Paesaggio»; al sanremese Andrea Scibilla, orientalista, cartoonist, ideatore e promotore del festival dell'horror «Autunnonero», va quello per i «Giovani Talenti». Il «Porto Venere Festival Teatro Donna» è stato insignito del «Premio per gli Eventi»; mentre quello per «l'Arte» verrà consegnato al ligure Giovanni Battista De Andreis, pittore, scultore, incisore e scrittore. Il «Premio per la Musica» verrà consegnato invece al duo Carlo Aonzo e Elena Buttiero, musicisti savonesi, impegnati nella divulgazione del repertorio mandolinistico italiano ed europeo del Sette e Ottocento, che al termine della premiazione di esibiranno in concerto. L'ingresso è libero.