Da quarant’anni in prima linea contro il disagio

Ordinato sacerdote nel 1967, don Virginio «Gino» Rigoldi, 67 anni, ha svolto il suo ministero presso il Collegio Arcivescovile «De Filippi» di Varese fino al 1971. Quindi è stato trasferito come coadiutore in una parrocchia di San Donato Milanese. Nel 1972 ha chiesto e ottenuto di diventare Cappellano del carcere per minorenni «Beccaria», incarico che tuttora esercita. Nello stesso anno ha iniziato a ospitare in casa sua un primo gruppo di minori che uscivano dal carcere senza casa e famiglia, coinvolgendo i servizi sociali e un gruppo di volontari. Nacquero poi a Milano le prime tre comunità alloggio. Comunità Nuova, di cui don Gino è presidente, fu costituita nel 1973. L’associazione, che ormai vive da 27 anni, si è ampliata e ora gestisce comunità per bambini, per minori, per tossicodipendenti, ma svolge anche attività nel quartiere di Baggio in un Centro per Giovani e nei cortili delle case popolari. Don Gino Rigoldi fa parte di numerose commissioni regionali e comunali che si occupano di minori e tossicodipendenza. Don Gino è da sempre il presidente, e continua a ospitare in casa sua giovani in difficoltà. L’attività diretta con chi vive il disagio ha spontaneamente spinto don Gino Rigoldi a collaborare con gli enti pubblici, soprattutto nella formulazione di progetti di intervento.