Quaranta volte Archivolto con Ammaniti e le iene al via

Da sabato 18 ottobre Celestini, Bisio, Vergassola, Emma Dante con omaggi a Gaber e De André

Danza, musica, letteratura, spettacoli per bambini, una valanga di eventi collaterali al cartellone 2008/2009. Una quarantina di titoli da mettere in scena. Un omaggio a De Andrè e una folta schiera di attori e autori famosi, da Claudio Bisio a Ascanio Celestini, da Emma Dante a Lella Costa, Riondino e Vergassola, Neri Marcorè, Paolo Rossi, Stefano Benni, Dave Liebman, Lunetta Savino, Licia Maglietta. Non solo teatro per la nuova stagione dell'Archivolto, realizzata in extremis causa polemiche e pochi fondi pubblici, presentata ieri mattina da Pina Rando e Giorgio Gallione. Al loro fianco l'assessore comunale Andrea Ranieri, segno che Tursi ci tiene al palcoscenico di Sampierdarena. Il Modena rimane quindi uno dei teatri principali della città. Punto di aggregazione non soltanto per il ponente, ma anche per il resto del capoluogo ligure e, come ha sottolineato pure ieri il presidente della circoscrizione, soprattutto centro di aggregazione culturale che, durante le serate degli spettacoli, allontana e fa calare gli episodi di criminalità diffusa purtroppo in ascesa in zona.
S'inizia sabato 18 ottobre con una produzione dell'Archivolto dedicata all'opera letteraria di Niccolò Ammaniti intitolata Reading Ammaniti, letta e interpretata dallo stesso autore insieme a Antonio Manzini, con la partecipazione straordinaria di Fabio De Luigi, cui parteciparanno anche le iene Paolo Bizzarri e Luca Kessisoglu nella serata del 19 ottobre.
La Sicilia, la mafia, il crollo della famiglia sono al centro delle tre opere di Emma Dante proposte al Modena il 29 ottobre con M'Palermu, il 30 con Carnezzeria, il 31 con Cani di bancata. Agli spettacoli corali della regista siciliana fanno poi da contrappeso i monologhi di Celestini con Fabbrica in scena il 13 novembre, Radio clandestina il 14 e Parole Sante il 15.
A fine anno il calendario prosegue con le produzioni dell'Archivolto dedicate a Giorgio Gaber. Il dio bambino con Eugenio Allegri è in programma dal 18 al 21 novembre, Un certo signor G con Neri Marcorè dal 22 al 25 novembre e Io quella volta lì avevo 25 anni, inedite letture con Claudio Bisio a cura di Giorgio Gallione per la prima volta rappresentate in teatro.
L'anno prossimo invece lo spettacolo di forza sarà quello dedicato a Fabrizio De Andrè. Dal 19 marzo al 9 aprile viene realizzato un viaggio tra l'opera del cantautore genovese e Edgar Lee Masters intitolato Spoon River, con le coreografie di Giovanni Di Cicco tratto dal concept album Non al denaro, non all'amore né al cielo. A inizio 2009 Dario Vergassola e David Riondino con la loro irriverenza rileggono Madame Bovary il 30 e 31 gennaio. Il 14 marzo con la Serata delirio organizzato pop proposta da Paolo Rossi al Modena si ride insieme agli allievi di un laboratorio per attori professionisti in programma nello stesso Archivolto dai primi giorni di marzo.
Come nei precedenti cartelloni anche per questa stagione saranno ospitati a Sampierdarena eventi con attori internazionali. Quest'anno tocca a una delle compagnie teatrali più note al mondo per il suo stile estremo e spettacolare. Si tratta della Fura dels Baus con lo spettacolo intitolato Boris Godunov in scena il 6 e 7 febbraio, che rivive il drammatico episodio di terrorismo ac caduto al Teatro Dubrovka di Mosca nel 2002. Un trio di agguerrite donne spicca poi tra gli appuntamenti della seconda metà della stagione. Lunetta Savino va in scena con Casa di bambola e L'altra Nora il 23 e 24 gennaio, Licia Maglietta con Manca solo la domenica il 13 febbraio, Lella Costa con Ragazze il 10 marzo.
In mezzo al teatro sul palcoscenico ci saranno spettacoli di jazz con i pianisti Markelian Kapedani e Florian Ross il 24 ottobre e il Dave Liebman Group il 25 e altri appuntamenti, e la danza con, a farla da padrone, la Compagnia Abbondanza Bertoni.