Il quartiere Un sospiro di sollievo «Ma ora buttate via la chiave»

Un grande, collettivo sospiro di sollievo. Così ha reagito il quartiere della Caffarella alla notizia dell’arresto dei due romeni per la violenza sessuale che ha sconvolto tutti nella zona. Al Simon’s Cafè, Alessandra, la giovane titolare che ha soccorso la ragazza violentata e dato l’allarme, ascolta la notizia dal telegiornale e le si legge la gioia negli occhi. Il socio, che le sta accanto, commenta: «Sono molto contento, ma purtroppo neanche questo arresto potrà lavare la ferita di quella ragazza. Ora quei due devono restare in carcere per un bel po’, devono pagare tutto». La notizia corre di bocca in bocca, la gente la commenta per strada. «Hai visto che li hanno presi?», grida un uomo nel parcheggio adiacente al parco. «Mo’ devono buttare le chiavi», gli risponde l’interlocutore dall’altra parte del parcheggio. E in questi giorni alcune abitanti della zona hanno costituito il comitato «Donne per la sicurezza» che ha sfilato con una fiaccolata, chiedendo più controlli e «certezza della pena».