Un quartiere sott’acqua La Roma non può allenarsi

Strade allagate, residenti bloccati nelle loro abitazioni, vigili del fuoco in azione con i mezzi anfibi ma anche con un elicottero. La forte pioggia caduta nella notte tra lunedì e martedì ha praticamente sommerso il quartiere di Trigoria. Sott’acqua anche il centro sportivo Fulvio Bernardini e i campi di allenamento. La Roma non ha potuto disputare la classica seduta in vista della partita di Coppa Italia e Spalletti ha annullato la conferenza stampa della vigilia. «I miei collaboratori sono arrivati prestissimo a Trigoria e mi hanno avvertito - ha raccontato l’allenatore dei giallorossi -. Era una situazione particolare e per questo abbiamo deciso di annullare la seduta. Se sarà possibile, ci alleneremo domattina (stamane, ndr)».
Enorme il lavoro dei vigili del fuoco e della Protezione civile: numerose squadre sono intervenute in via di Trigoria con mezzi anfibi per mettere in sicurezza abitanti della zona bloccati dall’altezza dell’acqua sulle strade. Due persone, salite sul tetto della loro abitazione per sfuggire alla violenza dell’acqua, sono state invece salvate dall’elicottero che ha continuato poi a sorvolare la zona per controllare la situazione. Un contadino ha prestato soccorso in aiuto dei pompieri, guadando gli allagamenti con il suo trattore. Soccorsi anche una decina di automobilisti bloccati nella zona Trigoria-Divino Amore. La via Laurentina è infine rimasta chiusa per molte ore al chilometro 15 dove automezzi e alcune autovetture sono rimaste impantanate da acqua e fango.