Un quarto di secolo a ritmo di rock

La band inglese è tornata al successo con l’ultimo cd

Arrivano a Roma i Depeche Mode. Si esibiranno domani allo stadio Olimpico, portando in scena i brani del recente album Playing the angel, pubblicato nell’ottobre 2005 e i loro più grandi successi. Capace di vendere oltre 50 milioni di dischi in circa 25 anni di attività, la band inglese torna in Italia dopo l’acclamata esibizione di giugno all’Heineken Jammin’ Festival di Imola. Playing the angel è il disco che li ha visti tornare in studio insieme, dopo le esperienze alternative di Martin Gore, autore principale dei testi e delle musiche del gruppo, che ha pubblicato l’album di remix e omaggi ai suoi idoli musicali «Counterfeit 2», del cantante Dave Gahan, autore nel 2003 di Paper monsters, e del tastierista Andy Fletcher, che ha fondato l’etichetta discografica «Toast Hawaii». In scaletta non dovrebbero mancare i brani più celebri, da Enjoy the silence a Personal Jesus, da Never let me down again a Walking in my shoes. Come è consuetudine in questo tour, anche lo spettacolo di Roma verrà registrato. Chi vuole potrà acquistare il doppio cd o il download dei brani dal sito realizzato appositamente, www.depechemodelive.com. Il 25 settembre verrà invece pubblicato un cofanetto con cd e doppio dvd, registrato a Milano il 18 e 19 febbraio 2006, nel corso della tranche invernale della tournée che domani approderà a Roma. Non meno interessante il gruppo che aprirà il concerto, una delle realtà più intriganti della nuova scena britannica. Si tratta dei Franz Ferdinand, che hanno venduto più di tre milioni di copie del disco di esordio. Il loro secondo album, dal titolo You could have it so much better, è stato pubblicato nel settembre 2005, anticipato dal singolo Do you want to. I cancelli apriranno alle 16 e i Franz Ferdinand si esibiranno a partire dalle 19. I Depeche Mode saliranno sul palco alle 21. Sono ancora disponibili i biglietti per i distinti e per il prato, mentre la tribuna è esaurita da tempo: sarà possibile acquistarli domani stesso presso le biglietterie dell’Olimpico.