Quasi 16mila già scarcerati

Roma. Sono 15.849 (ma con altri 624 in uscita presto diventeranno 16.473) gli ex detenuti che sino a Ferragosto hanno beneficiato dell'indulto: circa 10.500 sono italiani e 5.000 stranieri. L'ultima rilevazione del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria (Dap) dimostra come l'atto di clemenza, in vigore dal 29 luglio scorso, abbia fatto uscire dalle sovraffollate carceri italiane un numero maggiore di detenuti rispetto a quelli inizialmente stimati in 15mila. Il bilancio complessivo degli ex detenuti usciti per effetto dell'indulto si avrà agli inizi di settembre, ma è prevedibile che il numero si aggirerà sui 17 mila. Le previsioni sono state sforate perché, sulla base dalla scelta discrezionale dei magistrati, l'indulto è stato applicato anche a situazioni «miste», vale a dire a favore di persone che avevano una condanna definitiva e allo stesso tempo una misura cautelare provvisoria. Al momento non è stato rilevato il numero delle persone che dopo aver beneficiato dell'indulto sono tornate a delinquere e quindi sono tornate in carcere.