Quasi 2 milioni di italiani salteranno il cenone

Ben 1,8 milioni di italiani salterà la
cena della vigilia o il pranzo di Natale perchè in
difficoltà economiche. Il sondaggio di Confesercenti
fotografa un Natale più magro dell’anno scorso: -7%

Roma - Ben 1,8 milioni di italiani salterà la cena della vigilia o il pranzo di Natale perchè in difficoltà economiche, secondo Confesercenti. Il sondaggio fotografa un Natale più magro dell’anno scorso, con una spesa complessiva attesa sui 2,5 miliardi di euro, il 7% in meno cioè dell’anno scorso, tagliando i costi.

Rispetto ad una media di 112 euro registrata nel 2007, quest’anno gli italiani - si legge in una nota di Confesercenti - "dichiarano di voler spendere in media attorno a 102 euro". Il 44% degli intervistati dal sondaggio non spenderà più di 75 euro, e si riduce del 2% anche la disponibilità dei più facoltosi, disposti meno del passato ad affrontare spese più consistenti, oltre i 250 euro. "Sebbene non particolarmente significativo - rileva il sondaggio Confesercenti - risulta tuttavia importante sottolineare come il 3% (1,8 milioni) dei rispondenti quest’anno non farà la cena o il pranzo perché si trova in difficoltà economica". Non si rinuncia, comunque, alla tradizione di trascorrere il Natale in famiglia e vicino alle persone care : il 92% del campione intervistato dichiara infatti che "passerà la vigilia e il 25 in famiglia, a casa".