«Quasi un golpe la riduzione delle sedute»

«Mai era accaduto nella storia della Repubblica che un governo e una maggioranza inesistente mettessero in vacanza il Parlamento, come ha dichiarato il presidente della Camera Fausto Bertinotti». Lo afferma il senatore di Forza Italia Paolo Guzzanti (nella foto). «Bisogna, per trovare un precedente, risalire - aggiunge Guzzanti - al colpo antiparlamentare di Mussolini dopo l’Aventino, anche se in quella circostanza fu il Parlamento ad abbandonare le aule e mettersi in vacanza».
«Quanto accade dopo le stolte e vili accuse di comportamento antidemocratico lanciate a piene mani contro il governo Berlusconi e la sua solida e rispettosa maggioranza parlamentare, è un colpo di Stato strisciante le cui avvisaglie e radici risalgono alle bravate antiparlamentari dei girotondini che assediavano il Parlamento e dei teppisti che stazionano davanti a Camera e Senato per insultare i rappresentanti della Casa della libertà. Ecco dunque un banco di prova drammatico e immediato per il Presidente Napolitano».