Quaterna secca per Tiger

da Akron (Ohio)

Ancora un successo di Tiger Woods, il 52° in carriera, il quarto consecutivo. Pur soffrendo, e molto, ha vinto anche il WGC-Bridgestone Invitational, secondo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship disputato sul percorso del Firestone CC, ad Akron nell'Ohio. È il quarto suo titolo in questa gara nelle otto edizioni disputate e, complessivamente, Woods ha vinto dodici tornei del WGC in una graduatoria dove al secondo posto è Darren Clarke, che ne ha conseguiti due. Ad Akron, Woods (270 - 67 64 71 68) ha avuto ragione di Stewart Cink (270 - 70 67 64 69) solo alla quarta buca di play off, dove ha messo a segno un birdie sotto un improvviso diluvio che ha colto i concorrenti sul fairway. Al terzo posto con 271 Jim Furyk (69 65 69 68), al quarto con 273 Davis Love III, Angel Cabrera, rinvenuto con un 65 finale, Paul Casey, che ha gettato al vento le sue chances con una palla in acqua, e Lucas Glover, all'8° con 274 David Toms e al 10° con 275 Adam Scott, leader dopo un giro. Mai in corsa gli altri bigs: 17° con 279 Michael Campbell, 22° con 281 Sergio Garcia e Mike Weir, 27° con 282 Chris DiMarco, 31° con 283 Ernie Els, 45° con 286 Vijay Singh, 54° con 289 Phil Mickelson. Pur non giocando benissimo, sembrava che Woods potesse comunque vincere agevolmente quando a tre buche dalla fine ha avuto tre colpi di vantaggio. Alla 16, però, dopo aver vagato fuori pista, ha sbagliato un corto putt per salvare il par, mentre Cink ha indovinato un lungo putt per il birdie. Alla buca 17 un altro birdie ha permesso a Cink di raggiungere il numero uno mondiale. Si è andati allo spareggio dove Cink ha avuto la possibilità di vincere alla terza buca, quando non ha saputo imbucare da meno di tre metri per il par vincente, dopo che Woods dalla stessa distanza aveva mancato in bersaglio. Alla buca successiva colpo dal tee a centro pista di Woods e palla appena fuori per Cink. Secondo colpo sotto il diluvio a meno di due metri dalla bandiera di Woods e palla in bunker del suo avversario, che comunque ha eseguito un'ottima uscita garantendosi il par, ma al numero uno mondiale non si possono fare regali come era accaduto sul green precedente. Colpo perfetto e altri 1.300.000 dollari sono finiti nel conto in banca del Fenomeno, che ha vinto il decimo play off su undici disputati in carriera. Con il 52° titolo Woods ha raggiunto al quinto posto Byron Nelson nella graduatoria dei plurivincitori di tutti i tempi. In vetta Sam Snead con 82, quindi Jack Nicklaus con 73, Ben Hogan con 64 e Arnold Palmer con 62.