In quattro assaltano il vivaio Il titolare riesce a bloccarli

I romeni poi sono stati arrestati: tre di loro sono minorenni

Michele Perla

Falliscono la rapina, prendono le botte dal proprietario e per concludere finiscono in carcere dopo essere stati bloccati dal titolare dell’esercizio commerciale, a sua volta rimasto ferito. È successo sabato pomeriggio ai Vivai Zazzera di Inveruno. Protagonisti quattro giovani romeni, di cui 3 minorenni, entrati in azione durante la pausa pranzo. Dopo aver parcheggiato una macchina rubata nel piazzale di una ditta confinante, sono entrati di corsa nella sede del negozio. Si sono diretti verso la reception, dove la commessa che stava preparando i fondi cassa. Le sono piombati addosso aggredendola e picchiandola, con l’intento di derubarla. Nonostante l'aggressione subìta, la donna ha cominciato a gridare invocando l’intervento del titolare, che si trovava nell'ufficio adiacente. Scoperti, i romeni sono scappati, inseguiti dal padrone del vivaio.
Quando il commerciante ha raggiunto 3 dei 4 malviventi, fra loro è scaturita una colluttazione violentissima. Incurante della superiorità numerica, l’uomo ha tenuto testa ai malviventi, che alla fine hanno avuto la peggio, riportando traumi vari e fratture al setto nasale. Il titolare dei vivaio ha poi voluto fare di più, visto che già in passato era stato vittima di rapine. Ha di fatto «arrestato» i malviventi pesti e malconci, impedendo loro di scappare.
Nel frattempo sono arrivati i carabinieri che hanno circondato l’area, chiudendo ogni via di fuga. Insieme ai tre rapinatori bloccati dal commerciante, è così finito in manette anche il quarto complice che stava cercando di dileguarsi. Prima di far tappa in caserma, da dove poi sono stati dirottati a San Vittore e al carcere minorile Beccaria, i malviventi che avevano avuto la peggio hanno ricevuto, come il commerciante, le cure dei medici dell’ospedale.