In quattro finiscono con l’auto in mare: uno grave in coma

È stata trasferita nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Martino Emanuela Biggi, la donna di 36 anni rimasta coinvolta nell’incidente avvenuto ieri mattina all’alba nel porto di Sestri Levante, quando l’auto sulla quale viaggiava assieme a tre amici è uscita di strada ed è precipitata in mare.
La donna ha riportato la frattura di due vertebre, ma muove regolarmente braccia e gambe e probabilmente non resterà paralizzata, come detto dai medici del nosocomio regionale al padre della donna, Agostino Biggi. Sono invece disperate le condizioni di Enrico Cecconi, 43 anni, postino di Sestri Levante che si trovava alla guida della Toyota Corolla finita in acqua. L’uomo, sposato e padre di un bimbo di 9 anni, è in coma. I medici hanno riferito ai familiari che ha acqua nei polmoni e ha rischiato di annegare e hanno perciò tenuto riservata la prognosi. Se Cecconi è ancora vivo lo deve all’amico Maurizio Daneri, agente di commercio di 36 anni, pure lui vittima dello schianto. Daneri, dopo l’incidente, è riuscito a uscire dall’abitacolo semidistrutto e ha aiutato gli altri occupanti. In particolare, ha estratto il corpo esanime del conducente, salvandolo dall’annegamento.