Quattro itinerari in mountain bike per scoprire la Valle Scrivia

Quattro nuove guide del parco dell’Antola dedicate all’escursionismo su due ruote, quelle ecologiche. Gli appassionati di storia, natura e sentieri più o meno impegnativi potranno scoprire gli angoli più suggestivi della Valle Scrivia in sella alla mountain bike. Si tratta di un nuovo prodotto editoriale rivolto in maniera specifica agli amanti delle due ruote. La prima serie di schede riguarda quattro percorsi in Alta Valle Scrivia con la descrizione dell’itinerario, la cartina illustrativa, il profilo altimetrico con evidenziate le emergenze storiche e paesaggistiche del territorio. Un’occasione unica di praticare sport nella natura e conoscerne gli aspetti storici, culturali e naturalistici. «La strada dei Conti» è il titolo della prima guida che si snoda tra il passo della Crocetta d’Orero e l’antico Passo del Malpertuso, oggi Santuario della Vittoria, in ricordo della sconfitta delle truppe Franco-Savoiarde del 1625. «Le vie ai Castelli» racconta il tragitto da Busalla a Ronco Scrivia passando per Borgo Fornari, attraverso percorsi boschivi sovrastanti i due paesi, sulle orme medievali che affiorano ancora dalle antiche terre dei feudi imperiali. Ne «La via dei muli» da Isola del Cantone parte un itinerario che tocca i paesi di Montessoro, Marmassana, Casista, Cascina di Busti e Busti. Un itinerario storico attraverso i ruderi di millenario villaggi rurali e dei Castelli del potere feudale. «Il feudo dei Fieschi», infine, propone il percorso da Crocefieschi a Savignone, lungo il cammino dei traffici medievali. Il progetto, cofinanziato dal ministero dell’Ambiente è stato realizzato con la collaborazione del gruppo Mtb Aquilotti di Borgo Fornari, mentre Vittorio Romairone ha curato la descrizione degli itinerari. A questa prima serie dedicata all’Alta Valle Scrivia ne seguirà una seconda con itinerari mountain bike rivolti ai tesori storici e naturalistici dell’Alta Val Trebbia. Le quattro guide sono disponibili nelle sedi del parco naturale regionale dell’Antola al costo di 5 euro.